Home » Chi siamo

Chi siamo

 MISSION

Nato nell’estate del 2009 e giunto alla 10a Edizione, il 101% Basket Sondrio Camp si propone di insegnare ai bambini valtellinesi (e non) appassionati di Minibasket e Pallacanestro, qualcosa di nuovo e differente.

Grazie alla collaborazione con Istruttori provenienti da tutta Italia, è stato possibile inaugurare un percorso formativo, sia a livello sportivo che di socializzazione, che porta ad affermare che il 101% Basket Camp sia diventato un appuntamento molto atteso dalle famiglie valtellinesi (e non) legate alla palla a spicchi.

 

DSC_8967 1010243_339136406217709_1285594224_n DSC_8491 1 DSC_8320


IL CAMP COME STRUMENTO
DI MIGLIORAMENTO E SOCIALIZZAZIONE

 

Il bambino o il ragazzo che decide di iscriversi al 101% Basket Sondrio Camp lo fa consapevole del fatto che lo attende una settimana impegnativa, ma comunque ricca di divertimento e di soddisfazioni.

L’IMPEGNO – Ogni giorno il ritrovo è fissato per le ore 9:00 presso il PalaScieghi-Pini di Sondrio: la struttura centrale dove ha sede l’attività.
I campers non residenti a Sondrio devono affrontare un viaggio in treno (accompagnati dai loro istruttori di riferimento) che li conduca nel capoluogo valtellinese per poter cominciare il gioco.
Dopo la divisione nei vari gruppi (creati in base all’età e alle capacità), la mattina è dedicata all’apprendimento di nuovi schemi motori e di situazioni ludiche con Istruttori del tutto nuovi rispetto a quelli che normalmente durante l’anno il bambino trova in palestra.

Alle 12:30, il pranzo sancisce una pausa importante per la giornata di Camp.
Nel pomeriggio si giocano gare e partite per determinare chi al sabato mattina potrà qualificarsi per le varie finali delle competizioni (1 contro 1, Ice Man, All Star Game,…), con in palio stupendi premi (materiale tecnico di Adidas, Nike,…).
La merenda (a base di succo di yogurt della Latteria Sociale di Chiuro, succhi di frutta e biscotti alla mattina, mentre  gelato artigianale al pomeriggio) garantisce ai campers un recupero di energie importante, che consente poi di buttarsi a pieno ritmo nella seconda parte dell’attività prevista.

LA SOCIALIZZAZIONE – I bambini entrano a far parte di un sistema del tutto nuovo rispetto ai canoni della stagione sportiva tradizionale. Non trascorrono più solamente un’ora con il “compagno di basket”, ma vivono l’intera giornata (dai giochi al pranzo, dalle partite di 5 contro 5, al Rafting) insieme ad un gruppo che sarà il proprio punto di riferimento per tutta la durata della Manifestazione.
In questa maniera si formano e si consolidano amicizie (anche a chilometri di distanza), che tornano ad essere vissute al 100% (anzi, al 101%) solamente per quelle settimane all’anno in cui ci si ritrova al Camp.

IL MIGLIORAMENTO – Allenatori e Istruttori professionisti hanno già in passato (e continueranno in futuro) fatto visita al 101% Basket Sondrio Camp, cercando di trasmettere ai piccoli atleti le loro competenze e i loro “trucchi del mestiere” per riuscire ad eccellere anche a livello tecnico, oltre che sul piano umano.
Anche giocatori di Serie A, in veste di Istruttori, hanno partecipato attivamente agli allenamenti sui campi, provando a spiegare ai campers cosa voglia dire: “fare della pallacanestro il proprio lavoro”.
Da un certo punto di vista un sogno che tutti i cestisti inseguono; in realtà, un percorso fatto di sacrifici e impegno quotidiano nell’attività in cui si crede.

 

COPPETA-1 DSC_7891 DSC_8050 DSC_8391DSC_8668

 

NON SOLO BASKET


Il filo conduttore della nostra attività è certamente il Minibasket, ma non per questo il Camp è dedicato esclusivamente agli amanti di questa disciplina.

Durante le due settimane di Camp verranno proposte ai partecipanti  svariate attività.

RAFTING
Gli amici di Indomita Valtellina River ci condurranno lungo un’emozionante discesa in gommone sulle rapide del fiume Adda. Un’avventura unica che solo il nostro Camp in tutta Italia regala in totale sicurezza ai suoi iscritti.

FLY EMOTION

Fly Emotion è il sogno di volare tradotto in un’esperienza sicura e accessibile a tutti, anche ai più piccoli. Mediante una speciale imbracatura, i campers verranno assicurati a un carrello che scorre lungo una fune d’acciaio e, grazie alla forza di gravità, voleranno su due tratte di volo, una di andata e una di ritorno, differenti per pendenza e lunghezza. I piccoli cestisti proveranno la fantastica emozione di volare sopra la Valle del Bitto e il suo meraviglioso Parco delle Orobie.

PISCINA
La piscina è la location ideale per rinfrescarsi e rifocillarsi dopo una mattinata dedicata al gioco.

 

DSC_9129 DSC_8874 DSC_7688 DSC_8872 DSC_7665


I NUMERI DELL’ULTIMA EDIZIONE


L’edizione del 2017 si è caratterizzata per l’alto numero di partecipanti.
 I campers che hanno vestito la canotta del 101% Basket Sondrio Camp sono stati oltre 200, con almeno 20 Istruttori a seguire le loro performance sui campi da gioco.

 

DSC_8592 DSC_8624 DSC_8809 DSC_9684 DSC_8479

 

SOLIDARIETA’: “UNITI CONTRO IL SISMA”


“Uniti contro il sisma” è stato il motto della 4a edizione del 101% Basket Sondrio Camp.
A causa dei terremoti in Emilia del 20 e 29 maggio 2012, molti bambini dei paesi di Concordia sulla Secchia, Finale Emilia, Mirandola, San Felice sul Panaro e Poggio Rusco sono tragicamente rimasti senza la possibilità di entrare all’interno delle proprie abitazioni.
Anche la partecipazione ad un’attività estiva legata al Minibasket (momento tanto atteso dai bimbi per tutto l’anno) è ovviamente tramontata a causa dell’inagibilità delle strutture sportive.
Grazie alla disponibilità delle famiglie valtellinesi, dei volontari (Alpini di Triangia ed Albosaggia in primis), delle Istituzioni (Comune e Provincia di Sondrio) e degli sponsor privati, si è creato un vero e proprio ponte di solidarietà che ha offerto gratuitamente ai bambini e alle famiglie cui il terremoto ha strappato tutto 2 settimane di 101% Basket Sondrio Camp.

740069_262146717250012_1731008251_o 740074_262142920583725_1325954378_o 774604_262143697250314_912810619_o 775016_262143107250373_1484145577_o 775065_261391633992187_871526592_o

 

PREMI PER TUTTI

Non vogliamo solamente premiare con regali incredibili chi davvero ha dimostrato di poter vincere le competizioni durante la settimana.
Sono infatti stati istituiti “premi speciali” per chi dimostra durante la settimana di aver dato veramente il 101% delle proprie possibilità, evidenziando agli istruttori impegno e dedizione al lavoro, oltre che doti di sacrificio e aiuto nei confronti dei compagni magari meno bravi di lui.

 

1 DSC_8426 DSC_9662 DSC_9669 DSC_9686

 

POLITICA DEI PREZZI CONTENUTI

Da qualche anni oramai, si è deciso di attuare una politica di prezzi contenuti.

Base
1 settimana = 180 €
2 settimane = 280 €
3 settimane = 380 €

Base + pranzo
1 settimana = 210 €
2 settimane = 310 €
3 settimane = 410 €

Base + pranzo + trasporto
1 settimana = 230 €
2 settimane = 330 €
3 settimane = 430 €

Inoltre per i fratelli e le sorelle che desiderano partecipare insieme al Camp, sono previsti 30 € di sconto a settimana.

101% Basket Sondrio – Due piccoli campers


LA STORIA


2009

Luciano Cassinerio, in collaborazione con la P.G.S. San Rocco, si inventa la prima edizione del Camp, che contava 35 iscritti (tutti sondriesi). Si gioca  al Palascieghi e nel Playground dell’Oratorio Sacro Cuore. Le finali del sabato, invece, si tengono presso il campo esterno dell’Oratorio San Rocco.

Gli istruttori di riferimento sono Matteo Cassinerio, Andrea Pasini e Andrea Bongini.

dscf2042

2010

L’edizione del 2010, ancora sotto l’egida della P.G.S. San Rocco, oltre ai sondriesi, vede per la prima volta una consistente provenienza “straniera”, in particolare da Tirano e da Teglio. I partecipanti alla fine saranno 66, divisi in 4 gruppi e gestiti dai 5 Istruttori (Matteo Cassinerio, Andrea Pasini, Andrea Bongini, Daniele Missarelli e Simone Paduano).

Rispetto al 2009 si aggiungono tre novità non di secondo piano. La palestra delle Scuole Elementari di Via Vanoni e un campetto esterno costruito ad hoc per il Minibasket, proprio nel cortile delle Scuole, diventano altri due luoghi dove i bambini possono allenarsi e giocare insieme durante la settimana.

Inoltre, viene messa a disposizione dei bambini fuori sede la mensa del Tennis Club, molto comoda per fermarsi a pranzare, e dove, inoltre, i bambini si possono anche rilassare in una splendida area verde.

Credito Valtellinese assume il ruolo di Main Sponsor, mentre 2M Sport diventa Sponsor Tecnico di riferimento. Così sarà anche per il 2011 e il 2012.

2011

Arriviamo così all’edizione 2011, dove per la prima volta la  A.S.D. 101% BASKET SONDRIO fa la sua comparsa all’interno del Camp.

Bambini e bambine da tutta la Valle (Morbegno, Sondrio, Teglio e Tirano) raggiungono le 85 presenze.

Ogni mattina da Calolziocorte (in provincia di Lecco, quindi a 90 minuti da Sondrio) 5 “eroici” bambini, accompagnati da un istruttore della Carpe Diem, prendono il treno per arrivare al Camp, nonostante la stanchezza che durante la settimana continua ad accumularsi. Questi, durante le premiazioni del sabato, si aggiudicheranno il Premio “Freccia Rossa”, per la costanza e il gran CUORE dimostrato.

Novità più di rilievo è sicuramente la possibilità per ogni bambino di poter accedere con il proprio gruppo, sotto la sorveglianza degli istruttori, alla splendida piscina all’aperto del Tennis Club, a poche centinaia di metri dal Palascieghi, e quindi in tutta sicurezza. Durante i caldi pomeriggi, non c’è niente di più rilassante che rinfrescarsi con un bel bagno, dopo che alla mattina sui campi si gioca e si suda insieme, per migliorare le nostre qualità.

Il pranzo è perfettamente gestito dal Bar “Time Out” di Nicola Locatelli, il quale ogni giorno accoglie 66 bambini e 10 istruttori.

“Guest Star 2011” il dunker professionista dei Da Move, Fabio Gruosso, il quale nell’esibizione del mercoledì ci lascia tutti a bocca aperta, saltando addirittura una moto, prima di effettuare una violenta schiacciata nel canestro di un Palascieghi, gremito di bambini e genitori, rimasti tutti a bocca aperta.

Oltre a quest’ultimo, anch’esso istruttore, ricordiamo le presenze da Tirano di Daniele Missarelli e Alessandro Pennati, da Morbegno di Paolo Bongio, da Chiavenna di Noemi Cecchini, da Calolziocorte di Mohamed Traorè e da Sondrio di Andrea Bongini e Lisa Tam. Un bel team di istruttori coordinati nel loro insegnamento quotidiano da Luciano e Matteo Cassinerio.

2012

L’Edizione 2012, targata “UNITI CONTRO IL SISMA”, sarà sicuramente ricordata nella storia del 101% Basket Camp. La solidarietà mostrata dalla popolazione valtellinese nei confronti dei piccoli (e grandi) amici emiliani da poco colpiti dal tremendo terremoto è stata esemplare.

In circa due settimane dalla scossa di 5.9, registrata nelle zone di Mirandola e Cavezzo, si è creata una vera e propria Trade Union tra gli organizzatori del Camp, le famiglie ed i volontari valtellinesi, le istituzioni (Comune e Provincia di Sondrio) e sponsor privati che hanno messo a disposizione di oltre 150 piccoli cestisti (ed ad una decina di famiglie) posti letto, pasti caldi, materiale tecnico e tutto quello che fosse necessario per far trascorrere in serenità, lontano dai tremori (e dai timori) della terra, 15 giorni di 101% Basket Camp.

Un’altra rilevante novità è sicuramente stata che per la prima volta i campers da fuori Provincia fossero ospitati in strutture alberghiere o agriturismi, in modo da poter riposare la notte in comode camere con i propri amici, sotto ovviamente la supervisione degli istruttori responsabili.

Inoltre, le settimane di Camp sono state due, in modo che ciascuno potesse scegliere o di partecipare ad una sola delle due o, volendo,  anche ad entrambe. I numeri del primo turno parlano di 111 presenze, mentre per il secondo di 115.

Infine, hanno partecipato in qualità di istruttori, giocatori professionisti come il sondalino Jacopo Pozzi (Scauri in DNB) ed il bolognese Filippo Albertini (Castiglione Murri Bologna in DNC), oltre a Claudio Coppeta, coach della Bakery Piacenza in DNB, che ci ha fatto visita durante la seconda settimana, insieme ai mitici Da Move.

Istruttori che hanno animato le giornate del 101% Basket Camp sono stati: i valtellinesi Andrea Bongini, Riccardo Schena, Alessandro Ronconi, Davide Ronconi, Lisa Tam, Giacomo Tarabini, Daniele Missarelli; i lecchesi Marta Ricco, Andrea Corti ed Alessandro Redaelli (che ogni mattina accompagnavano 5 bimbi in treno da Calolziocorte a Sondrio); gli emiliani Erika Aleotti, Lorenza Baraldi, Noemi David, Marco Giglioli, Michael Magagnoli e Damiano de Zaiacono.


2013

Sui tre turni previsti (dal 17 giugno al 6 luglio 2013), il totale degli iscritti ha superato le 300 presenze, con un picco nella 3° settimana di oltre 130 partecipanti.

I campers provenienti dalla Provincia di Sondrio sono risultati essere la maggioranza, in proporzione di 4 a 1 rispetto agli ospiti lecchesi, mantovani e modenesi.

Oltre quaranta gli istruttori ed i giocatori professionisti che si sono alternati sui 7 campi del Capoluogo valtellinese, nell’insegnamento degli schemi motori legati sia al Minibasket che alla Pallacanestro, oltre che nella gestione di un importante (se non fondamentale) momento di aggregazione sociale, avente la palla a spicchi come minimo comun denominatore.

Dal lunedì al venerdì, la giornata cominciava intorno alle ore 9:00, con il quotidiano ritrovo presso il Palascieghi di Sondrio. Dopo la suddivisione nei vari gruppi sui diversi playground, lezione tecnica con gli esperti della pallacanestro.

La merenda (a base di yogurt della Latteria Sociale di Chiuro) sanciva un importante momento di pausa per ricominciare ancora più forte la seconda parte di mattinata, dedicata alla verifica sul campo delle conoscenze acquisite precedentemente.

Con le 12:30, arrivava anche lo stop alle attività.

In relazione al Menu giornaliero previsto, il pranzo comprendeva: ottima pasta fresca al sugo o al burro (“L’Arte della Pasta” & “Ristorante le 5 Case”), pane fresco (Panificio Parolo & Rigamonti), squisite mozzarelle e rinfrescanti gelati (Latteria Sociale Valtellina di Delebio), gustose mele (Melavì), pizza al taglio (Merendero), Happy Meal (Mc Donald’s).

Pomeriggio dedicato, a seconda del gruppo di appartenenza, sia al Rafting (con gli amici di Adda Viva Indomita Valtellina River), che alla piscina all’aperto (presso la struttura apposita e lo spazio verde del Tennisporting Club Sondrio), o, in alternativa, alle competizioni (1 vs 1, Ice Man, 5 vs 5), che avrebbero, in seguito, decretato i finalisti per la mattinata del sabato. 

Non sono mancati, per spezzare le ore più calde della giornata, freschi gelati artigianali presso le gelaterie “Acquario” o il “Golosone”.

Alle 18:00, i campers valtellinesi rientravano nelle loro sedi, mentre gli  ospiti da fuori Provincia trovavano un meritato riposo presso il Convitto Nazionale “Piazzi” di Sondrio, “foresteria” ideale per i quasi 100 ospiti (tra campers ed Istruttori) nelle 3 settimane di 101% Basket Sondrio Camp.

Il sabato mattina era, infine, dedicato alle finali, per ogni gruppo, di tutte le competizioni (1 vs 1 e Ice Man), all’All Star Game, alle premiazioni e ad un ricco buffet a base di pizza al taglio e bevande fresche.

I vincitori delle gare venivano premiati con ottimo materiale tecnico (offerto da: Tuttosport Mazzucchi, Centrosport, Sportside, Fiorelli Sport, Basketzone, La Pianola Openagames) o in buoni-soggiorno presso i Ciapparelli Hotels in Romagna.

A tutti quanti i campers partecipanti, invece, veniva consegnato un “kit-gastronomico”, comprendente pizzoccheri e polenta taragna istantanea Molino Tudori, marmellate Vis, succhi di frutta Melavì, diversi gadgets (come quaderni e portachiavi loggati 101% Basket Sondrio Camp) la t-shirt ufficiale della BBG del MPS Siena e il diploma ufficiale di partecipazione al 101% Basket Sondrio Camp 2013.

Sia la carta stampata, che le emittenti televisive locali (TeleUnica), oltre ovviamente ai siti internet di informazione valtellinese o legati in qualche modo alla Pallacanestro Nazionale, hanno riservato particolare importanza alla nostra Manifestazione.

Le prime pagine a colori degli inserti locali de Il Giorno e de La Provincia hanno sottolineato come il 101% Basket Sondrio Camp sia diventato oltre che un appuntamento importante per il movimento cestistico valtellinese, anche un momento aggregativo e  sociale fondamentale per i ragazzi appassionati di basket.

1° TURNO: 17 – 23 GIUGNO

DSC_6260

2° TURNO: 24 – 29 GIUGNO

1053262_340500566081293_408728944_o

3° TURNO: 1 – 6 LUGLIO 

DSC_8591

 

2014

Per la prima volta il 101% Basket Sondrio Camp si struttura su quattro settimane, suddivise in due turni, dal 9 giugno fino al 5 luglio. Praticamente un mese di Camp per i più audaci, che in cambio della loro fedeltà hanno ricevuto in omaggio la mitica felpa bianco-rossa slogata 101% Basket Sondrio.

Tra le novità di questa 7° Edizione, vanno certamente sottolineati il Free Climbing (lezioni di arrampicata con gli amici del CAI Sondrio) e l’English Basketball Course (un vero e proprio corso di inglese in lingua da parte degli Istruttori).

La 2° settimana del 1° turno vedeva la presenza di una trentina di ragazzi provenienti da fuori Provincia, alloggiati presso la Casa Azzurri del Comune di Ponte in Valtellina, sotto la supervisione degli Allenatori, anch’essi extra-provinciali.

In totale, le presenze totali si sono attestate intorno alle 300 unità, con un picco nella 2° settimana del 1° turno di quasi 150 tra bambini e ragazzi.

DSC_5690

 

2015

DSC_2913

DSC_4200

2016

 

 

 

 

 

 

2017